Tensioni a Milano, Piazza Affari si rafforza dopo le elezioni?

By | 6 marzo , 2018
Tensioni a Milano, Piazza Affari si rafforza dopo le elezioni?

Registrare forte tensioni a Milano. Nel corso di queste ultime ore Piazza Affari sembra essersi rafforzata dopo le elezioni.

Borsa in Italia, giornata positiva Milano

L’economia italiana sembra ripartire con lo sprint giusto. La giornata di borsa in Italia sembra essersi chiude in maniera positiva subito dopo i risultati i dati delle elezioni 2018, grazie allo spread che torna a 130 punti base, mentre l’euro risale a 1,24 dollari. Situazione differente a Wall Street che si indebolisce nonostante il buon avvio. Ecco in sequenza i dati riguardanti la giornata di ieri: Milano registra un rialzo del 1,75%, Londra invece dello 0,4%, Francoforte registra Lo 0,19 % mentre Parigi soltanto lo 0,6 %. Come abbiamo accennato il dato negativo è stato affidato agli USA con S&P500 e Nasdaq 0,1%.

Piazza Affari, buon risultato per Telecom

La borsa italiana durante la giornata di ieri ha registrato dai proventi davvero positivi, come non avveniva da tempo. Tra l’aumento dello spread, arrivato a 130 punti base, con rendimento del decennio al 1,95%. Stessa nota di merito va data a Tokyo che con il Nikkei si piazza a più 1,79 %. Le cose della giornata di ieri anche la Telecom ha registrato un buon risultato. La società ha per capitale infatti registra un aumento della quotazione della società del 6%.

Elezioni 2018, il nuovo risultato aiuta a Piazza Affari?

In queste ultime ore sono diverse le teorie che si sono legate ad una chiusura positiva di Piazza Affari. Secondo alcuni economisti il buon risultato per il mercato di borsa italiano potrebbe essere stato determinato dalle elezioni 2018 e quindi del risultato ottenuto. Tale ipotesi può essere legata al fatto che un cambiamento repentino di governo, affidato il Movimento 5 Stelle il primo partito in Italia, potrebbe segnare un’inversione di rotta è una rimodulazione politica e quindi anche economica. Per sapere se Questa teoria può trasformarsi o meglio in una scienza esatta non ci resta che aspettare le prossime settimane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *