Reddito di maternità 2017: chi può richiederlo, requisiti e importo assegno

By | 19 Aprile , 2017
bonus gravidanza 2017

Nei mesi scorsi si è tanto parlato degli incentivi e di bonus a favore di chi ha avuto o sta per avere un figlio nel corso di quest’anno: ebbene, il Governo ha introdotto una nuova misura di sostegno, vale a dire il reddito di maternità 2017. Per poter usufruire di questo contributo importante, bisogna fare chiarezza sui requisiti richiesti, sull’importo dell’assegno e soprattutto chi può richiederlo.

La novità più importante di quest’anno dal punto di vista fiscale per quanto riguarda il reddito di maternità 2017 è data dal premio mamma domani, detto anche bonus gravidanza: si tratta di un contributo una tantum riconosciuto ai nuovi nati nel corso dell’anno nella misura di 800 Euro. Chi può richiederlo? Le future mamme dal settimo mese di gravidanza o al momento dell’adozione, basta compilare la domanda in forma scritta. Anche il bonus nido è una importante misura a sostegno del reddito che può arrivare fino a 100 Euro all’anno, per un massimo di tre anni e servirà per pagare le rette dell’asilo nido, ma non è cumulabile con i voucher asilo nido o con la baby sitter, e neanche con la detrazione Irpef del 19%. Ma la novità importante avverrà a maggio, con il reddito di maternità 2017.

Che cos’ è il reddito di maternità 2017? Un incentivo alle famiglie che prevede l’erogazione di 150 Euro al mese per un anno, accreditati in una carta elettronica per essere utilizzate per acquistare prodotti per neonati presso i negozi convenzionati. I requisiti per richiedere questo contributo sono la residenza a Milano e avere un Isee familiare non superiore a 17mila Euro, con priorità per le famiglie con donne disoccupate e precarie. In caso di gemelli, si ha diritto al contributo per ogni bambino ed è cumulabile con gli altri incentivi fiscali erogati dall’Inps, ovvero quelli sopra descritti. Le mamme interessate devono fare domanda scritta presso un centro assistenza fiscale convenzionato con sede a Milano. Il bonus verrà caricato sulla carta ogni due mesi, quindi si avranno 300 Euro a bimestre, e i beneficiari, al momento della nascita del pargolo, riceveranno la baby box, ovvero una scatola contenente cose utili per i neonati. Gli altri Comuni italiani erogheranno il reddito di maternità di base, un bonus che ammonta a 5 mensilità da 338,89 Euro in una unica soluzione, ovvero 1694,145 Euro: la domanda deve essere presentata entro 6 mesi dalla nascita o dall’adozione nell’apposito ufficio comunale e l’importo verrà versato tramite l’Inps sul conto bancario dei beneficiari entro i 4 mesi dall’approvazione.

Author: Elisabetta Coni

Web editor esperta in sport, curiosità, attualità, politica e gossip, in particolare reality show e talent

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *