Indagini patrimoniali: cosa sono e quando sono utili

By | 5 Marzo , 2020
indagine patrimoniale

Le indagini patrimoniali sono molto importanti per comprendere di preciso a quanto ammontano i beni materiali e non materiali che un determinato soggetto, un privato o un’azienda, possiede. Di solito svolgono un ruolo di primo piano, per capire se, in presenza di un debito, un determinato soggetto può essere attaccabile in sede giudiziaria o se ha dei beni che gli possono essere pignorati. Ma come si fanno le indagini patrimoniali? Quali possono essere i beni mobili e immobili che vengono presi in considerazione? Scopriamone di più su questo tema, anche specificando che cosa si intende precisamente per indagini di questo tipo.

Che cosa si intende per indagini patrimoniali

Le indagini patrimoniali, come quelle per esempio svolte dagli specialisti di Vision, sono dei rapporti informativi che hanno l’obiettivo di mettere in evidenza i beni mobili o immobili che sono in possesso di una persona o di un’azienda.

L’altro nome con cui queste indagini vengono indicate è quello di rintracci patrimoniali. Quindi si tratta di investigazioni di carattere economico finanziario che possono risultare utili in diverse circostanze.

Che cosa può essere oggetto di indagine

Tutti i beni mobili e immobili in possesso di una persona o di un’azienda possono essere oggetto di indagine. Infatti le indagini patrimoniali intendono scoprire proprio qual è lo stato patrimoniale di un soggetto.

Quindi si prendono in considerazione sia beni materiali che immateriali. Per esempio si considerano i redditi che derivano da un lavoro dipendente o da una pensione, gli eventuali conti correnti in Italia o all’estero, la proprietà di immobili, terreni.

Inoltre le indagini patrimoniali hanno lo scopo di appurare se un soggetto gestisce alcune attività economiche, sia a livello individuale che in società con altri. Si può indagare sulla partecipazione di una persona in imprese con quote o azioni o con ruoli particolari, si valuta il possesso di auto, moto e altri mezzi di trasporto, come ad esempio le barche o gli elicotteri. Possibilmente si possono rintracciare anche le iscrizioni ad albi o ad ordini professionali.

Perché sono utili le indagini patrimoniali

Le indagini patrimoniali possono rivelarsi molto utili quando si ha l’esigenza di rintracciare il più possibile delle informazioni che riguardano lo stato patrimoniale di una società o di una persona fisica. Per esempio il tutto si colloca nell’ambito di un’indagine che è rivolta nei confronti di un debitore non pagante.

Se si vuole intentare una causa nei confronti di un debitore che non ha saldato il debito, l’avvocato della difesa deve conoscere la possibile esistenza di beni, sui quali è possibile rivalersi. Per esempio può capitare che a volte il debitore non pagante è costituito da un’azienda che si avvia al fallimento.

In queste situazioni l’azienda non possiede delle liquidità di denaro che possano essere utilizzate per pagare l’eventuale debito. Quindi da questo punto di vista è molto importante scoprire se l’azienda abbia degli altri beni sui quali è possibile rivalersi.

In alcuni casi, per il debitore sapere di essere stato oggetto di investigazioni sul suo patrimonio che hanno messo in evidenza il possesso di altri beni che non aveva dichiarato o che non aveva mostrato potrebbe fungere da stimolo ad estinguere il debito, per non vedersi pignorati gli altri beni di cui è in possesso.

Ma ci sono molti altri casi in cui le indagini patrimoniali possono dimostrarsi importanti. Per esempio ci sono persone che hanno effettuato un acquisto a credito e poi non hanno saldato il costo. Oppure, per fare un altro esempio, ci possono essere degli ex coniugi che hanno smesso di versare l’assegno di mantenimento e in questo caso sarebbe utile per l’altro coniuge capire fino a che punto si possa rivalere sullo stato patrimoniale dell’ex marito o dell’ex moglie.